Autore: Paolo Ranfagni

Classe

PAOLO RANFAGNI Per i più anziani è la vecchia foto in bianco e nero, per i più giovani i tanti selfies a fine anno scolastico: entrambi descrivono forse l’accezione più usata della parola classe, ossia quella di...

Rottura

PAOLO RANFAGNI La parola rottura definisce l’azione di rompere. Questo vale per un incidente o per liberarsi deliberatamente di oggetti che ormai hanno fatto il loro tempo. Si rompe un vetro, ma anche un braccio o una...

Moralità

PAOLO RANFAGNI Perché la parola moralità appare oggi desueta? Forse perché i giudizi di cosa è morale e di cosa non lo è nel comune sentire cambiano rapidamente. Nel 2012 il produttore americano Harvey Weinstein veniva insignito...

Vetta

PAOLO RANFAGNI La vetta non è altro che la scalata, anzi, il punto apicale della scalata. È un po’ la storia del Kilimangiaro, il monte più alto del continente africano, la montagna singola più alta del mondo e...

Crumiro

PAOLO RANFAGNI Qualcuno probabilmente si chiederà perché mai andare a scomodare una parola ormai desueta come crumiro, con tante nuove parole che necessiterebbero di altrettante spiegazioni. Devo confessare che un motivo c’è, almeno per me, e risale...

Trattato

PAOLO RANFAGNI Fa troppo caldo? Tutta colpa di un trattato, o meglio ancora, della sua mancata attuazione. L’Accordo di Parigi – il Trattato mondiale impegnato a contrastare il riscaldamento globale e a ridurre sensibilmente le emissioni di anidride...

Montagna

PAOLO RANFAGNI La parola montagna identifica un rilievo della superficie terrestre caratterizzato da un’altezza di almeno 600-700 metri, da un’età geologica almeno terziaria e dall’aspetto parzialmente impervio, con picchi, canaloni, gole. Può anche implicare l’idea di quantità...

Più o meno giusti, a seconda di dove

In Danimarca sono sufficienti 17 giorni per chiudere un procedimento davanti al tribunale civile di primo grado, contro i 1.100 di Cipro e i 400 dell’Italia. La lunghezza delle cause civili in Lussemburgo, Belgio e Lituania è di circa un centinaio di giorni, mentre a Cipro ne servono 600 e in Italia oltre 500. In Svezia una sentenza di primo grado del tribunale amministrativo (Tar) necessita di 105 giorni, a Cipro ne servono più di 1.400 e in Italia oltre mille. In Europa la giustizia non gira alla stessa velocità.

Quell’eroe per caso
scoperto da Montanelli

PAOLO RANFAGNI Giorni addietro, gironzolando alla ricerca di libri perduti, una curiosa coincidenza. La sera precedente avevo deciso di vedere un film desueto e ingiustamente sottovalutato, Il generale Della Rovere di Roberto Rossellini, insignito del Leone d’oro...

C’era una volta Tony Blair

Ascesa e caduta di un big della politica internazionale, a soli 41 anni leader del Partito laburista e, 3 anni dopo, Premier britannico dopo 18 anni di governi conservatori, primo ministro Lab che si è mantenuto più...