Categoria: Il racconto

Ernesto ricominciò a respirare

FILIPPO LUTI Ernesto si passò una mano sulla fronte, mentre rincorreva goffamente il suo interlocutore, un vecchio piccolo, stirato e rugoso, vestito con un completo crema, la camicia azzurra, il panama sulla testa spelacchiata e occhialetti da...

Il quaderno dal carcere
di Gildo

Scritto da Claudio Visani, ex giornalista de “l’Unità”, ora collaboratore di diverse testate e già autore di altre pubblicazioni, e da Viscardo Baldi, una vita dedicata alla politica, I comunisti nella terra dei preti è un libro che, attraverso le testimonianze dei protagonisti, racconta settanta anni di storia, dal 1921 al 1991, a Brisighella, il piccolo comune romagnolo noto per la bellissima rocca Manfrediana e la suggestiva via degli asini, e famoso per essere “la città dei cardinali” e “l’isola bianca” della Romagna comunista e Repubblicana. Per gentile concessione degli autori ne pubblichiamo alcuni stralci dal capitolo 8 dedicato a un “quaderno dal carcere”: quello di Ermenegildo Gildo Montevecchi, primo sindaco comunista della città.

La gamba.
Un racconto inedito

Stimolato dalla notizia del ritrovamento in un cassonetto a Roma, nel quartiere Parioli, di due gambe di donna presumibilmente tagliati a colpi d’ascia, il direttore di TESSERE, Daniele Pugliese, ha pubblicato nel suo blog, “Guardare negli occhi l’assurdo”, un racconto, compreso in una raccolta non ancora pubblicata, che ha scritto nell’ottobre del 1997, prendendo spunto da un fatto di cronaca avvenuto a Reggio Emilia alla fine degli anni Novanta a cui “Mattina”, il quotidiano locale distribuito insieme a “l’Unità” di cui era vicedirettore, dette ampio spazio. Si intitola La gamba.

Barba e capelli
da Giuliano, a Borgunto

CARLO PIAZZESI Stamani mi sono alzato presto, e sono andato dal mio fido parrucchiere Giuliano, a Borgunto, che apre alle 7! È venuto un acquazzone di 10 minuti, che faceva sperare in meglio… ma poi tutto si...