IL NUMERO

150 milioni

Centocinquanta milioni. È il numero dei bambini tra i 5 e i 14 anni che, secondo le stime dell’Unicef, sono costretti a lavorare, nel mondo. Il 16% dell’intera popolazione in quella fascia di età. Un numero raccapricciante, che sale a 215 milioni se si amplia la stima fino a 18 anni.
Gli ultimi dati, tuttavia, parlano di una tendenza alla diminuzione del fenomeno, ma i progressi sono molto lenti, con intere aree del mondo in controtendenza. Nell’Africa Subsahariana, addirittura, le più recenti ricerche indicano un peggioramento, con 1 bambino su 4 costretto a lavorare, rispetto a 1 su 8 in Asia, 1 su 10 in America Latina.
Contestualmente viene evidenziata la crescita della percentuale di bambini che unisce il lavoro alla scuola, che nelle aree più povere del mondo è aumentato anche del 300%.