IL NUMERO

8

Otto per cento rappresenta l’aumento di consumo dello spumante in Italia. In aumento anche la vendita di questo prodotto Italiano all’estero con un indice di +14 per cento.

In un periodo di calo degli acquisti le cifre sono significative ad indicare il successo del prodotto.

Nel 2018 sono state stappate poco meno di 700 milioni di bottiglie di spumante italiano fra mercato interno e mercati esteri, delle quali 670 milioni di metodo Charmant e poco meno di 40 milioni di metodo Champenoise. Lo spumante, un tempo utilizzato solamente nei festeggiamenti e nelle ricorrenze, è diventato oggi, specialmente nella versione Prosecco, una bevanda utilizzata anche per pasteggiare.

Secondo la Coldiretti oltre 500 milioni di bottiglie pari al 70 per cento della produzione nazionale escono dai confini italiani con gli inglesi come consumatori più appassionati, anche se lo spumante italiano ha un buon mercato anche in Russia dove il consumo è cresciuto del 22 per cento.

Il Prosecco si è conquistato quindi un ruolo eccellente sia come aperitivo che come bevanda da pasto coinvolgendo sia i giovani che la popolazione matura.

image_print