IL NUMERO

113.046.293

©Tiziana “ANAIZIT” Marongiu

«Se potessimo mettere in fila tutti i vasetti di Nutella venduti in un anno nel mondo, ricopriremmo per ben otto volte la Grande Muraglia Cinese». Così scriveva mesi fa la rivista “Grazia” a proposito dei preziosi vasetti di crema alla nocciola e di quanti siano i suoi estimatori nel mondo. Calcolatrice e barattolo di Nutella alla mano, fatti due conti, in un anno si vendono almeno 113.046.293 vasetti. La Grande Muraglia misura, infatti, 21.196.180 metri (secondo Wikipedia) da moltiplicare per otto e dividere per la misura di un vasetto della Nutella da 800 grammi. Il risultato sono oltre 100 milioni di vasetti di cioccolata messi in fila come soldatini per la gioia di tutti i “nutellofili” sparsi in giro per il mondo.

Per chi è cresciuto a pane e Nutella, in fondo, non c’è troppo da stupirsi. È talmente buona che un barattolo finisce alla svelta e non si può rimanere in casa senza. E c’è anche un’altra curiosità: esiste un World Nutella Day, che dal 2007 si celebra ogni anno in questo periodo, esattamente il 5 febbraio. La giornata è nata da una iniziativa spontanea della blogger americana Sara Rosso per riunire e ispirare la community mondiale a condividere la passione per la golosità della Ferrero.

L’hashtag #WorldNutellaDay ha accompagnato foto ed eventi sui social, ricette, poesie, messaggi e momenti di festa ovunque e, durante il giorno dei festeggiamenti sono stati migliaia i like e le interazioni alla pagina Facebook ufficiale del World Nutella Day o seguendo su Twitter @Nutelladay.

La storica crema di nocciole, mito italiano da più di 50 anni, nasce nel 1946 come “Supercrema” e diventa un brand quando Michele Ferrero nel 1964 le cambia il nome, sistema la formula e la propone in tazze e bicchieri. Chi di noi non ha nella credenza almeno il bicchierino preferito delle sue innumerevoli serie?

image_print
Tags