LA DATA

31 gennaio 1930

È una di quelle invenzioni semplici, ma rivoluzionarie, che hanno facilitato la vita e il lavoro di miliardi di persone in tutto il mondo. Il 31 gennaio del 1930, la 3M (Minnesota Mining and Manufacturing Company), una multinazionale americana fondata nel 1902 (e molto florida ancora oggi), mise in vendita, per la prima volta, il nastro adesivo, inventato cinque anni prima da un suo ricercatore, Richard Drew.

Pare che l’ingegnere californiano avesse già escogitato una specie di striscia di carta adesiva, per agevolare le operazioni di verniciatura delle macchine. In seguito mise a punto un nastro di cellophane, più versatile e resistente della carta, che poteva essere utilizzato per molte altre funzioni. Inizialmente, tuttavia, la colla non era abbastanza e il nastro non voleva saperne di stare appiccicato, così Drew chiese che ne fosse messa in maggiore quantità, con una battuta: «Take this tape back to those Scotch bosses of yours and tell them to put more adhesive on it! (Riporta questo nastro ai tuoi capi scozzesi e dì loro di metterci più adesivo!»). Scotch stava per scozzese, in riferimento alla proverbiale avarizia di questo popolo, in questo caso i “capi”, avari di colla.

Ne venne messa di più, il nastro adesivo riusciva così ad attaccarsi da tutte le parti e su tutte le superfici, forte e resistente all’umidità. Era nato lo scotch (e così è spiegata anche l’origine del nome), che la 3M, fino a quel momento produttrice di carta vetrata, mise in vendita con un successo clamoroso. Fu subito amore con gli americani che scoprirono quanto potesse essere utile quel piccolo rotolino di cellophane, con cui potevano fare moltissime cose, soprattutto aggiustare gli oggetti, che negli anni della grande depressione risultava quanto mai importante.
Due anni dopo arrivò anche il primo dispenser, in ghisa con la lametta (oggi in plastica e con i più innocui dentini) per tagliarlo.

In breve divenne un oggetto indispensabile e negli anni successivi fu lanciato in Europa. Un successo planetario per un prodotto che, nel 1985, gli americani hanno consacrato come indispensabile e insostituibile.

Tags