Categoria: Il film

Nella rete del pescatore
finisce il Potere

GIANNA BANDINI Anche chi non apprezza particolarmente il cinema coreano, spesso troppo cupo e violento – in un mondo reale che già ci “regala” brutture ed orrori ad ogni angolo – ed ha difficoltà a vedere film nei quali...

L’inquieto principe degli “ultimi”

LINA SENSERINI Genova, 18 febbraio 1940. Oggi Fabrizio De Andrè avrebbe compiuto 78 anni e invece sono già 19 che ci ha lasciato. Il regista Luca Facchini, con il suo film  “Principe libero” ne ha celebrato il...

Aspettando Giacometti

Il direttore di “Succedeoggi”, Nicola Fano, rivista gemella di TESSERE con cui solitamente ci scambiamo articoli, è andato a vedere Final portrait di Stanley Tucci, un film su Alberto Giacometti che racconta la storia di un suo quadro incompiuto...

Il valore della libertà di stampa
nell’era Trump

LINA SENSERINI La prima scena è la guerra. Il Vietnam e una drammatica imboscata in cui perdono la vita decine di soldati americani. In mezzo l’osservatore ingaggiato dal segretario alla difesa Mc Namara, che nel 1967 aveva...

Chiamiamolo col suo nome: deludente

CRISTINA GIBERTONI Quando alcuni anni fa uscì il libro di Aciman, da cui è tratto il soggetto di Chiamami col tuo nome, l’ho letto e recensito con un solo aggettivo: irritante. Però ammiro molto Guadagnino e ho...

Quei segni nascosti
nella storia più recente

Indice e medio della mano destra sollevati e divaricati: è l’inconfondibile segno di “vittoria” che Winston Churchill, ora narrato nel film “L’ora più buia”, ha insegnato a tutti ad usare. Ma in quel film ci sono altri segni importanti che merita di conoscere. Giorgio Frasca Polara li rivela in questo articolo scritto per “Ytali”.

Quando vita e morte
arrivano con allegria e amore

SILVIA SORDI Maude ha ottanta anni. Harold diciotto. Maude ha un passato alle spalle fatto di avventure, ha vissuto senza perdere mai (o quasi) la voglia di farlo. Harold è rinchiuso in una prigione dorata, con una...

Quei “tutti noi” nell’ultimo Woody

GIANNA BANDINI Un’umanità “piccola, piccola”: fragile, meschina, malinconica, patetica, perennemente inquieta e insoddisfatta, a volte ferocemente cattiva. Insomma tutti noi! Sono questi i personaggi che popolano i migliori film di Woody Allen. L’ultimo, La ruota delle meraviglie,...

Un calcio ai luoghi comuni

CLELIA PETTINI La nazionale italiana andrà ai mondiali. Non sarà quella di Ventura, né giocherà con una rosa di 11. Sarà quella di Zanchini e parteciperà a degli speciali mondiali di calcio a 5, in programma dal...