Categoria: Il romanzo

Quei figli di Kurt Cobain

Per “Succedeoggi”, rivista partner di TESSERE, Andrea Carraro ha recensito, con il titolo Gioventù dissipate, il romanzo di Andrea Pomella Anni luce. Lo proponiamo ai nostri lettori. ANDREA CARRARO Non è bello da dirsi, ma sono davvero...

Alla ricerca della tristezza perduta

FELICITA PERRONE* Ci sono romanzi che si leggono tenendo in mano un segnalibro per indicare la pagina dove si è fermata la lettura e riprenderla più agevolmente. Ci sono poi dei romanzi che si leggono tenendo in...

Il sottile veleno del terrorismo

PAOLO RANFAGNI Una storia di gente comune, raccontata in linguaggio popolare e frammentata in 125 brevi episodi, offerti in ordine sparso al lettore. Patria è il romanzo con cui Ferdinando Aramburu, nato a San Sebastian nel 1959,...

Il calvario della morale e dell’io

PAOLO VANNINI  La morale comune vieta a un professore, cinquantenne, di avere una relazione con un’allieva, diciassettenne. Ma dove c’è un divieto c’è un desiderio. La morale vieta perché sa che in questa relazione si annida un...

I dolori dei giovani
all’epoca di Hitler

Uno straordinario classico, L’amico ritrovato di Fred Uhlman, letto da un ragazzo che potrebbe avere l’età dell’ebreo Hans Schwartz o dell’arianissimo e nobile tedesco Konradin Hohenfels, i due protagonisti del libro. Con qualche amara riflessione sull’adolescenza e i legami tra le persone.
FILIPPO LUTI

Quel caravanserraglio
in una Parigi parallela

ANDREA CARUBI La vita davanti a sé di Romain Gary (pseudonimo di Romain Kacew, nato a Vilnius nel 1914 e morto a Parigi nel 1980), pubblicato da Neri Pozza nel 2009 è un libro che pretende il suo tempo, niente...

L’amicizia, il farmaco
di una generazione

La capacità di ascoltare e comprendere senza pregiudizi è il sale dell’amicizia e l’amicizia è il fulcro del libro, divenuto anche un film, Noi siamo infinito, di Stephen Chbosky. È proprio grazie ad essa che gli assillanti temi con cui si misura l’adolescenza possono essere affrontati e superati. Leggerlo aiuta a capire chi ha ancora quell’età.

discoteche-firenze-male

Se il mondo sta tutto in una discoteca

Ritratto in nero di una generazione sfavillante di colori; dei figli di una classe sociale in decomposizione; dell’assenza o dell’esagerata presenza dei lori genitori. È La Firenze male di Giulia Carnesecchi e di Lorenzo De Santis. Un romanzo da leggere, non solo a Firenze, per non finire in fumo come le loro canne.

Belfast, la Gerusalemme
in cima all’Europa

Le guerre di religione di casa nostra e i muri – alti 8 metri, lunghi 4 chilometri, chiusi dalle 5 di sera alle 8 del mattino – che separano due comunità a pieno titolo europee: è la Peace Lines, si trova a Belfast ed è il segno visibile di un conflitto nient’affatto sopito, ma di cui si dice poco e si conosce ancora meno. A ricordarci che esistono e costituiscono una vergogna il romanzo di Giulia Caruso Il Sentiero del Gigante: una spy story, sì, ma di quelle che rivelano gli orrori di cui il civile Occidente è capace.

Tondelli e la conquista della solitudine

Soli da soli o soli tra gli altri. E ancora soli sapendo di non esserlo, sentendosi vicinissimi a chi è intorno, solidali con loro e sereni della propria condizione. Il percorso per giungere a questa consapevolezza, per dare un senso alla solitudine dalle pagine del romanzo di Pier Vittorio Tondelli Camere separate, uscito nel 1989, poco prima della morte dello scrittore.