Taggato: Idee

L’uomo che dette un numero all’orrore

LINA SENSERINI Ha trascorso tre anni nell’inferno di Auschwitz, dove era stato deportato nell’aprile del 1942, all’età di 26 anni. La storia di Ludwig “Lale” Eisenberg, nato in Slovacchia nel 1916 da genitori ebrei, inizia proprio nel...

Razzismo

Ian Valenti ha 11 anni e va a scuola ad Arezzo. Gli hanno dato da fare un tema su una parola, che diventò attuale anche in Italia ottant’anni fa, nel 1938 ed ora ha tornato ad essere...

Cesso

FLAVIO FUSI Allora, diciamolo in inglese, e traduciamo alla lettera in italiano. Shithole significa “buco per merda”, o “buco del culo” o “merdaio”. Al confronto, cesso, come l’hanno doverosamente traslato i giornali italiani, è una paroletta gentile. Ebbene,...

La nostra ostinazione
per la Memoria

DANIELE PUGLIESE TESSERE ha iniziato le sue pubblicazioni all’incirca un anno fa dando conto – su prezioso suggerimento di Anna Steiner che il logo di TESSERE, disegnato da suo padre Albe per l’11a Triennale di Milano del...

Atene di Ungaretti,
un samisdat da 50 anni

GIORGIO FRASCA POLARA La ricostruzione “in diretta” di come e perché all’opera omnia di Giuseppe Ungaretti ostinatamente viene sottratta una poesia che egli scrisse nel 1969 come canto di dolore per il golpe fascista in Grecia, pubblicata per la prima volta su “l’Unità” che si dimenticò la firma di chi scrisse il pezzo di accompagnamento.

Buon Natale!

FLAVIO FUSI La madre è una sconosciuta madonna sorridente, lui (lei) dorme al caldo dentro una cassetta di plastica per la frutta. Intorno indovino il sipario di una tenda, e ancora più oltre un campo dove migliaia...