Categoria: La canzone

Quando l’amore diventa un saggio filosofico

DANIELA LOMBARDO L’amore è un sentimento. Ma è anche una condizione spirituale e filosofica. Se così non fosse basterebbe soddisfare le esigenze materiali di due corpi che si desiderano l’un l’altro, e che magari, oltre questo, si...

E Battisti parlò a Mogol
con l’arcobaleno

«Io son partito poi così d’improvviso, che non ho avuto il tempo di salutare». È una strofa de L’arcobaleno, canzone di Celentano, scritta da Mogol e musicata da Gianni Bella, comparsa nell’album Io non so parlar d’amore del 1999, pochi mesi dopo la morte di Lucio Battisti. A cui è dedicata o da cui è ispirata? Storia di medium, paranormale e musica sublime.

Sesso e rapporti plurimi in prima tv: purché sia divertente

Ma quale amore? Sesso! Coppia? Macché, vedute aperte! In prima serata tv. Nel lontano 1978, proprio quando nacquero i consultori, fu legalizzato l’aborto e, maledizione!, fu assassinato Moro. Autrice dello choccante colpo, Raffaella Carrà. Il ritornello semplice semplice di Tanti auguri lo si canta ancor ora.

Parlare di gay
e dire «ho sbagliato»

È il 1976. I Pooh sono famosissimi e amati da un pubblico non troppo impegnato. Coraggiosamente incidono un disco che parla di omosessualità quando il tema è ancora tabù: Pierre. Val la pena riascoltarla. Anche perché più che di omosessualità parla di cosa insegna a uno che aveva pregiudizi. E di cosa quella scelta coraggiosa può lasciare alla coscienza.