Autore: Succedeoggi Succedeoggi

E se invece a piazzale Loreto…

NICOLA FANO Quando sta per morire davvero, Mussolini (o il suo sosia?) capisce finalmente di essere triste, solitario y final (come avrebbe detto Osvaldo Soriano), ma gli sfugge l’inutilità dannosa della sua avventura umana e sociale; gli...

L’amore ai tempi dell’Ikea

Dagli anni Novanta in poi, un bambino su cinque è stato concepito su un letto Ikea: col titolo Amori di cartone Cristina La Bella ha recensito per “Succedeoggi”, rivista gemella di TESSERE, il romanzo di Roberto Moliterni che racconta come ama la generazione fatta di Facebook, Istagram e Whatsapp

Quei figli di Kurt Cobain

Per “Succedeoggi”, rivista partner di TESSERE, Andrea Carraro ha recensito, con il titolo Gioventù dissipate, il romanzo di Andrea Pomella Anni luce. Lo proponiamo ai nostri lettori. ANDREA CARRARO Non è bello da dirsi, ma sono davvero...

Il mistero del rifiuto a Primo Levi
nella storia di “Nat”

Pier Mario Fasanotti, a lungo alle pagine culturali di “Panorama” ha recensito per “Succedeoggi”, la rivista gemella di TESSERE con cui collaboriamo strettamente, una recensione di La corsara, la biografia di Natalia Ginzburg scritta per Neri Pozza da Sandra Petrignani, «narratrice, saggista e giornalista, tra le più raffinate». In quel libro, ovviamente, riemerge il mistero del rifiuto di Einaudi di pubblicare, quando uscì, Se questo è un uomo di Primo Levi.

Aspettando Giacometti

Il direttore di “Succedeoggi”, Nicola Fano, rivista gemella di TESSERE con cui solitamente ci scambiamo articoli, è andato a vedere Final portrait di Stanley Tucci, un film su Alberto Giacometti che racconta la storia di un suo quadro incompiuto...

Se piatti e tazze sono come Botticelli

Il Ministero per i Beni Culturali ha comprato il più antico museo di impresa in Europa, il Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia di Sesto Fiorentino che diventa così patrimonio statale, al pari degli Uffizi e...

Blade Runner, un film non replicante

“Blade Runner 2049” è un’esperienza multisensoriale còlta e viscerale ma anche una struggente epica fantascientifica sul mondo che è stato, è, sarà. Insomma, né un remake né (solo) un film di cassetta