Autore: Giorgio Frasca Polara

Atene di Ungaretti,
un samisdat da 50 anni

GIORGIO FRASCA POLARA La ricostruzione “in diretta” di come e perché all’opera omnia di Giuseppe Ungaretti ostinatamente viene sottratta una poesia che egli scrisse nel 1969 come canto di dolore per il golpe fascista in Grecia, pubblicata per la prima volta su “l’Unità” che si dimenticò la firma di chi scrisse il pezzo di accompagnamento.

Concetto Marchesi,
una lezione per sempre

Forse i più giovani hanno in mente Robin Williams che interpreta il professor John Keating ne L’attimo fuggente di Peter Weir, il suo coraggio e i suoi moniti alla libertà. Ecco nella storia dell’Italia c’è un professore, illustrissimo e stimatissimo, a cui meriterebbe dire le parole di Walt Whitman, «Oh capitano, mio capitano». È Concetto Marchesi. Lui e i suoi studenti padovani sono un esempio a cui guardare ancor oggi. Giorgio Frasca Polara lo racconta.

Compromesso storico: nascita
e morte di una grande idea

Fu Giorgio Frasca Polara a dare la notizia del sequestro Moro a Alessandro Natta quando si incontrò con Enrico Berlinguer due ore prima che Andreotti si presentasse alla Camera per ritirare il voto di fiducia ad un governo che non era quello che avrebbe visto la partecipazione diretta del Pci. I destini del paese presero un’altra direzione e fu l’inizio della fine del compromesso storico. Il testimone di quei giorni drammatici li racconta.