Autore: Fiorenzo Bucci

Roccatederighi, il campo della vergogna

FIORENZO BUCCI Una bella, enorme villa, un parco vastissimo. Tutto intorno la natura selvaggia della Maremma: i campi, i boschi, i casolari isolati, il silenzio di un mondo lontano. Quel grande edificio a Roccatederighi nel Comune di...

Gorgia

FIORENZO BUCCI Si chiama Gorgia addirittura “Gorgia toscana”. Ma se in Toscana chiedete cosa sia, le risposte oscilleranno tra il nulla (maggioranza assoluta senza necessità di improbabili ammucchiate), le risposte dei vecchi licealini secchioncelli di mezza tacca,...

20 aprile 1963

FIORENZO BUCCI La data del 20 aprile 1963 è la più dolce, la più cremosa, la più gustosa che si possa immaginare. Un giorno sacro per i golosi di tutto il mondo. In quel giorno, dai laboratori...

Asino

FIORENZO BUCCI Che grande ingiustizia! E che grande ingratitudine! Sono secoli che l’epiteto è il solito con varianti lessicali ininfluenti sul significato: asino, somaro o, soprattutto in Toscana, ciuco che è anche più popolarmente dispregiativo. Se uno...

Foglia

FIORENZO BUCCI I ragazzi dei miei tempi conoscevano la foglia morta che non era quella della tristezza del soldato di Giuseppe Ungaretti il quale ci raccontò la fragilità di chi «sta come d’autunno sugli alberi le foglie»....

Piedi

FIORENZO BUCCI Che la vita inizi dai piedi si capisce quando il bambino si stanca di gattonare e si alza tra la gioia di babbo e mamma. Che i piedi siano una fortuna non lo sostengono solo...

Sfinimento

FIORENZO BUCCI Più che un sostantivo è ormai un metodo. Se i servizi funzionano a singhiozzo, se da qualche ufficio pubblico la risposta che cerchi stenta ad arrivare, se l’idraulico o l’elettricista sono evasivi e in casa...

Belluria

FIORENZO BUCCI Non si pronuncia più e, anzi, pochi ormai ne conoscono il significato, ma si pratica in abbondanza, addirittura con frequenza quotidiana. Belluria è termine che popola ancora i principali dizionari della lingua di Dante ma,...

Accallare

FIORENZO BUCCI Maria, contadina maremmana, chiama Giobatta, il job act e dice che le ricorda un suo amore giovanile. A Londra non saprebbe chiedere del gabinetto però non ha difficoltà ad accallare una finestra e neanche ad...

L’uomo normale che salvò 669 bambini ebrei

La storia di Nicholas Winton, raccontata da Flavio Fusi nell’articolo Il piccolo burocrate della banalità del bene, riletta e riraccontata da Fiorenzo Bucci che è anche invano andato al Yad Vashem di Gerusalemme a cercare traccia di quell’uomo che...